inuovi-micol-odissea-01-2019-ph-filippo-manzini-01-2019dsc_6940_46786146901_o

Rassegna “Io Nel Pensier Mi Fingo” – biglietti speciali per gli abbonati #BellaStoria

I Nuovi del Niccolini – Giovane Teatro della Toscana portano in scena i versi dei più grandi poeti del ‘900: Pascoli, Gozzano, Palazzeschi, Betocchi, Campana. Ad accompagnare le parole, la musica di Andrea Portera eseguita dal vivo da alcuni elementi dell’Orchestra da Camera del Maggio Musicale Fiorentino / Ensemble BIOS (solo per la data del 22 febbraio), Datura Brass Ensemble, Menura Vocal Ensemble.

Biglietto speciale per gli abbonati #BellaStoria: 5 euro su un appuntamento a scelta! 

Prenota il tuo biglietto >>cliccando qui<<

 

Programma Completo

5 APRILE
L’INCENDIARIO – CABARETPALAZZESCHI
lettura di poesie scelte di Aldo Palazzeschi

Un poeta è anche un attore: mette in scena impudicamente se stesso. Ma cosa succede quando un attore è anche un poeta? Ne nasce una poesia incendiaria, capace di smascherare l’ipocrisia degli atteggiamenti, di dissacrare ogni forma di gretto perbenismo, di scandalizzare la società borghese, mettendone a nudo gli alibi, svelando con la forza dirompente e iconoclasta del riso che essa non è fatta, come sembra, di rose e di viole. E, apposta per chi non ci crede, a Palazzeschi basta dare la parola ai fiori: ascoltare per credere.

+ SERATA FUTURISTA/GIOCO DI RUOLO:
Al termine della serata, avrà inizio un gioco di ruolo che coinvolgerà le persone in sala.
A guidarne lo svolgimento saranno i Nuovi che, catapultando gli spettatori all’improvviso in una serata futurista del 1914, inviteranno il pubblico, diviso in cinque fazioni, ad agire in prima persona e a condurre alla vittoria la fazione di cui fa parte. In sala ci saranno Futuristi, Interventisti, Neutralisti, Poliziotti e Disturbatori, incontreremo Gabriele D’Annunzio, Aldo Palazzeschi, Giovanni Giolitti, Pio X e tanti altri personaggi che hanno fatto la storia. Le regole sono semplici e quella fondamentale è una sola: divertirsi!

3 MAGGIO
IL MANOVALE DELLA CARITÀ – CANTATABETOCCHI
lettura di poesie scelte di Carlo Betocchi
tratte da L’anno di Caporetto

Cos’è la realtà che vince il sogno? La realtà che vince il sogno è la carità, che dribbla la fine dell’exitus, lavora anche il sabato perché il deus absconditus non si riposa mai: continua a creare il suo universus oriens per un eccesso incontenibile di generosità, di longanimità. La carità non spiega ma mostra il mistero: se vedi la carità, vedi la Trinità.
10 MAGGIO
CHIMERA – OPERACAMPANA
lettura di poesie scelte di Dino Campana

Dove poggiare il capo se il baricentro della tua vita è l’inquietudine?  Di mestiere puoi fare solo l’apolide, il girovago: poeta nomade che vende le sue poesie alle Giubbe Rosse strappando dal suo unico libro quelle che non si confanno alla faccia dell’avventore. Un uomo che sente di perdere, giorno dopo giorno, la capacità di pensare e si aggrappa come un naufrago alle immagini della realtà, gravide del loro mistero sibillino, per procrastinare con titanico agonismo il naufragio nel mare della follia, dove il destino della parola poetica è il silenzio.

 

Ulteriori info sull’evento ufficiale della rassegna >> clicca qui 
Luogo: Teatro Niccolini | Via Ricasoli, 3 – Firenze
Orario: ore 19
Ogni appuntamento ha una durata di circa un’ora e 30 minuti, atto unico.